Halo 3, cronaca di un successo annunciato

da Milano

Halo 3, l'attesissimo capitolo conclusivo della saga creata dal team di sviluppo Bungie pare destinato a battere tutti i record. Negli Usa le copie vendute in un giorno sono state oltre 1,5 milioni, insomma un record delle proporzioni di Harry Potter per i libri e di Spyderman sul fronte cinematografico. Anche perché Halo e Halo 2 hanno già venduto oltre 14,5 milioni di copie. All’esordio su Xbox 360 di Microsoft, dopo i due precedenti capitoli ospitati su Xbox e pc, il gioco vorrebbe rispondere agli appassionati della trama ma anche a quelli della modalità multiplayer. La nuova versione è infatti una continuazione di quelle precedenti. Da finire c’è la battaglia lasciata in sospeso da Halo 2: Master Chief e il suo alter-ego Covenant «Arbiter» combatteranno per liberare la Terra dalla minaccia del Profeta della Verità, il cui intento è attivare gli anelli Halo e causare la distruzione di tutta la galassia. Il gioco è legato alla trama ideata dallo scrittore Frank O'Connor e coinvolge il giocatore fino allo spettacolare epilogo. Microsoft dal canto suo ha fatto le cose in grande proponendo tre versioni: normale (64,99 euro), Limited (69,99) con un volume da collezione ricco di storyboard, video, immagini extra e un disco di calibrazione per impostare al meglio il proprio televisore ad alta definizione, e l’edizione Legend (129,90), che contiene la miniatura del casco di Master Chief.
Accanto ai numeri «monstre» (entro fine anno il marchio Halo varrà più di un miliardo di dollari) ci sono anche i problemi. Alcuni dischi di Halo 3 Limited edition sono infatti risultati danneggiati. Microsoft comunque si è offerta (naturalmente) di rimpiazzarli gratuitamente.