Hamilton legato alla McLaren anche dalla figlia del padrone

Si è fidanzato con Sara Ojjeh, erede di uno dei proprietari

Quando Alonso dice che alla McLaren preferiscono Hamilton forse non si riferisce solo alle simpatie dello staff tecnico e dei dirigenti, ma anche ai gusti di qualcun altro. Perché il pilota inglese sembra innanzitutto piacere di più dello spagnolo alle donne del team di Woking. E più precisamente a una ragazzina di 18 anni di nome Sara. Nulla di importante a prima vista.
Ma se si scopre, come ha fatto il quotidiano britannico The Sun, che la bella brunetta con cui Hamilton si è fatto fotografare in Costa Azzurra nei giorni scorsi è «quella» Sara, figlia di Mansour Ojjeh, uno dei fondatori della McLaren e attualmente proprietario del 15 per cento delle azioni del gruppo, ecco che il quadro torna tutto. Il povero Fernando si sente isolato in casa Woking, mentre Lewis se la spassa con la figlia di uno dei capi. E poi in pista si permette pure di legnarlo, quel giovane spaccone: c’è da crederci se i conti non tornano al campione del mondo in carica, soprattutto dopo il gp di Ungheria e tutto ciò che è seguito. Meglio cambiare aria, come gli ha intimato il team manager Ron Dennis, magari su consiglio interessato di Sara.
Così Alonso ha già la valigia pronta. Dove va? Ancora non si sa. La Renault, e in particolare Flavio Briatore, sono pronti a fare di tutto per riportarlo alle proprie dipendenze. Il possibile matrimonio tra la scuderia francese e il colosso spagnolo delle telecomunicazioni Telefonica per le prossime stagioni di Formula 1 va letto proprio come un passo verso il ritorno dell’iridato. Uno sponsor così garantirebbe soldi a palate. E l’ingaggio di Alonso. Allora sì che Hamilton dovrebbe stare attento. Come dice il proverbio? Donne e motori...