Hamilton, vittoria a Fuji sotto inchiesta

Acquisito video amatoriale pubblicato su Youtube (poi rimosso). Webber: "Ha frenato troppo a ridosso della safety car nel 45esimo giro, poi Vettel mi ha tamponato". L'inglese rischia una penalizzazione: potrebbero togliergli la vittoria in Giappone

Milano - La vittoria di Lewis Hamilton nel Gp del Giappone di domenica è nuovamente sotto inchiesta da parte dei commissari della Fia. Ad accusare Hamilton di guida irregolare in regime di safety-car è stato l’australiano della Red Bull Mark Webber, secondo cui il pilota inglese della McLaren avrebbe fatto un "cattivo lavoro", causando la sua uscita dalla corsa. Hamilton rischia di vedersi sottrarre i 10 punti conquistati a Fuji; in alternativa, potrebbe venire penalizzato di 10 posti sulla griglia di partenza di Shanghai, dove la Formula 1 correrà domenica il penultimo Gran Premio stagionale. In Giappone, Webber era uscito dalla gara dopo un contatto con la Toro Rosso del tedesco Sebastian Vettel. Contatto che l’australiano attribuisce alle eccessive frenate di Hamilton nel corso del 45esimo giro.

Domani il verdetto La decisione della Fia nei confronti di Hamilton non arriverà prima di domani, a ridosso delle prove libere del Gp della Cina. La Federazione si è limitata a riferire la presenza di "nuove prove" riguardanti il comportamento del pilota McLaren durante la gara di Fuji: si tratta di un filmato amatoriale, girato dalle tribune dell'autodromo giapponese, in cui si vede Hamilton accostarsi alla safety car e frenane bruscamente. Webber lo ha accusato per le brusche frenate durante il regime di safety car, che avrebbero provocato il tamponamento di Sebastian Vettel nei confronti dell’australiano della Red Bull, che in pista era alle spalle di Hamilton. "Ha contribuito all’incidente", ha spiegato Webber in conferenza stampa a Shanghai. "È stata sicuramente colpa mia aver tamponato la macchina di Mark - ha aggiunto Vettel - dunque non sono qui a rimproverare nessuno ma è chiaro che in quel momento non c’era ritmo". Hamilton, che guida la classifica mondiale con 12 punti sul compagno di squadra Fernando Alonso, non si è presentato oggi in conferenza stampa e, al momento, non ha voluto commentare la notizia.