Hanno aperto la porta all’assassino

Un efferato delitto. Un’esecuzione a sangue freddo. È giallo sul duplice assassinio avvenuto giovedì sera in una villa di Grottaferrata. Prima di essere ammazzati, Marco Cerrini, imprenditore nel settore dell’ingrosso dell’abbigliamento, e sua moglie Rossana, hanno aperto la porta al loro assassino. A fare la macabra scoperta il figlio minore, Matteo, di 26 anni, al momento di rincasare intorno alle 2,30 della notte. I corpi dei genitori erano riversi in una pozza di sangue sul pavimento dell’ingresso. La porta chiusa, ma senza mandate. Per tutta la giornata di ieri, i carabinieri hanno interrogato Matteo e la sorella, Alessia, di 32 anni. Gli inquirenti scavano sugli intrecci economici e familiari della coppia indebitata fino al collo e forse caduta in mano agli usurai.