La Harley Davidson compra MV Agusta

Matrimonio fra due storiche case motociclistiche. Gli americani hanno acquistato il gruppo italiano (MV e Cagiva), per 70milioni di euro. Le mitiche moto da corsa di Giacomo Agostini

Matrimonio fra marchi motociclistici storici. La Harley-Davidson ha infatti acquisito il gruppo MV Agusta, quello delle mitiche moto guidate alla conquista di un mondiale dopo l'altro da Giacomo Agstini. I

n base all’accordo, Harley-Davidson acquisirà il 100% delle azioni della società varesina per un corrispettivo totale di circa 70 milioni di euro, comprensivo del pagamento di un debito bancario di circa 45 milioni. L’accordo prevede inoltre un pagamento straordinario a Claudio Castiglioni nel 2016 in caso di conseguimento di determinati obiettivi finanziari.

MV Agusta è una società privata, in cui il 95% delle azioni è detenuto dalla famiglia Castiglioni. Il gruppo MV Agusta comprende due serie di motociclette: una linea di moto sportive esclusive, di grande potenza e dalle elevate prestazioni, vendute con il marchio MV Agusta e una linea di motociclette leggere vendute con il marchio Cagiva. La società conta circa 500 rivenditori in tutto il mondo, per lo più in Europa. Nel 2007, MV Agusta ha distribuito 5.819 motociclette. Nel corso del 2008 la produzione è stata notevolmente rallentata per difficoltà di carattere finanziario. "Le motociclette sono il cuore, l’anima e la passione di Harley-Davidson, Buell e MV Agusta - ha commentato Jim Ziemer, Ceo di Harley-Davidson. "I marchi MV Agusta e Cagiva sono molto noti e godono di grande considerazione in Europa. Vengono immediatamente associati a motociclette dalle tipiche prestazioni italiane, belle e potenti". Secondo Ziemer, l’acquisizione va essenzialmente a rafforzare la presenza e il brand Harley- Davidson in Europa e a completare le serie motociclistiche Harley-Davidson e Buell.

Le vendite al dettaglio di motociclette Harley sono aumentate a un tasso a due cifre in Europa in ciascuno dei ultimi tre anni. Harley-Davidson prevede di continuare a gestire il gruppo MV Agusta dalla sede generale di Varese. Subito dopo la definizione dell’accordo la priorità sarà quella di nominare un leadership team, del quale farà parte anche un nuovo amministratore delegato, e ripristinare la produzione dei modelli correnti. L'attuale presidente di MV Agusta, Claudio Castiglioni, manterrà il proprio il ruolo. Massimo Tamburini, in qualità di responsabile progettista, continuerà invece a dirigere lo studio progettuale che si occupa di moto sportive per la casa motociclistica.