Harry Potter (in inglese) fa la magia

E finalmente un bel colpo di scena in classifica. Arriva in vetta alla Top ten un libro in grado di sloggiare i gialloni che si danno il cambio là in cima da inizio estate. Ma la sorpresa è che, a memoria nostra non era mai successo, in cima alla classifica di vendite italiane c'è un libro in lingua originale e non tradotto. Si tratta di Harry Potter and the Cursed Child - Parts One & Two (nell'edizione inglese dell'editore Little, Brown). Si tratta della versione cartacea del testo teatrale scritto da J.K. Rowling con l'aiuto di John Tiffany e Jack Thorne, che ora sta facendo il tutto esaurito a Londra. Che ogni avventura del maghetto si trasformi in successo editoriale non stupisce e presto (il 24 settembre) arriverà anche l'edizione italiana del testo per i tipi di Salani, intitolata Harry Potter e la maledizione dell'erede, ma che un libro ancora non tradotto venda 11mila copie arrivando primo in classifica è una vera sorpresa. E lascia decisamente pensare che l'edizione italiana possa fare dei grandi numeri.

Ai piani bassi della classifica invece nessuna grossa novità. Antonio Manzini con il suo 07/07/2007 (Sellerio) è scivolato al secondo posto anche se vende quasi come la settimana scorsa, 8mila e rotte copie. A inseguirlo sempre Andrea Camilleri con L'altro capo del filo che a oltre 7mila e 700 copie è addirittura in crescita di vendite. Per il resto a parte l'irrompere di questo Potter anglofono bisogna segnalare una classifica che resta moscia tanto che L'amica geniale (e/o) di Elena Ferrante - una novità del 2011 - arriva al sesto posto e La ragazza del treno (Piemme) di Paula Hawking - ovvero il bestseller dello scorso anno - si piazza con agio al settimo posto.

Del resto se il primo in classifica in Italia è un libro nemmeno scritto in italiano un motivo ci sarà. E quel motivo è che per il momento non si era ancora visto qualcosa che facesse davvero correre in libreria i lettori. Ora forse il maghetto ha fatto la magia. Resta da capire se la farà anche tradotto in Italiano (probabilmente sì) e quanto grande.