Harvard cancella le pre-iscrizioni: «Discriminatorie»

Con una mossa storica destinato a rivoluzionare il competitivo mercato universitario americano, il più prestigioso ateneo degli Stati Uniti, Harvard, ha deciso di abolire i test di ammissione anticipati, perché considerati discriminatori nei confronti delle minoranze e degli studenti meno abbienti. Come riportato dal «New York Times», Harvard è la prima tra le università più prestigiose del paese ad abbandonare completamente la politica delle iscrizioni anticipate, che consentono agli studenti all'ultimo anno delle scuole superiori di presentare domanda nell'autunno precedente e fare il test di pre-ammissione, aumentando così notevolmente le proprie chance di ingresso negli istituti più ambiti. Dal momento che soltanto chi ha i mezzi riesce a prepararsi per il difficile esame di pre-ammissione mentre ancora frequenta l'ultimo anno di superiori, pagando a caro prezzo «coach» privati, gli studenti meno ricchi vedono le loro possibilità dimezzate.