Da Harvard alla Formula 1 l’ascesa del rampollo

da Milano

Chi lo conosce, lo descrive come un brillante manager che dal padre Luciano ha ereditato un grande istinto imprenditoriale, però arricchito da un senso ancora maggiore delle relazioni e delle alleanze. Insomma: a 42 anni, Alessandro Benetton è pronto a prendere il timone del gruppo di cui è ora vicepresidente. Secondo di quattro fratelli, sposato con l’ex campionessa di sci Deborah Compagnoni, dalla quale attende il terzo figlio, Alessandro si è laureato con il massimo dei voti all’università di Boston e ha poi conseguito ad Harvard un master in business administration. Tra il 1988 e il 1989 ha lavorato alla Goldman Sachs di Londra, nel settore finanza globale, con incarichi di analista in merger and acquisitions and equity offering. Sempre a partire dal 1988 ha ricoperto la carica di presidente di Benetton Formula, compito che ha mantenuto per dieci anni durante i quali la scuderia Benetton è sempre rimasta ai vertici della Formula uno. La 21 Investimenti Spa, gruppo da egli stesso fondato, oggi rappresenta un sistema di fondi di private equity con un patrimonio di oltre un miliardo di euro.