Henriquet un ottimo candidato

(...) partes e, sono convinto, vincente. Ha scritto bene lei, Direttore, quando ha detto che non è «uomo da preferenze», da mettere in competizione con altri che sono «macchine da preferenze» e, proprio per questo, se ognuno di noi farà la sua parte, se contribuiremo non a concorrere con il Prof. Henriquet ma a determinare la vittoria della Casa delle Libertà sappia, Direttore, che io ci sarò ma, ancora di più se la battaglia elettorale sarà per far eleggere a Sindaco un uomo di così grande levatura morale, non mi risparmierò in nessun modo e la vivrò come se fossi candidato in prima persona.
La ringrazio, quindi, per aver lanciato questa bellisima proposta e le porgo i miei più cari saluti.
*Consigliere regionale
Forza Italia