Herbert Fandel. Mostra il cartellino rosso già allo psicologo

La Uefa ha messo uno psicologo a disposizione dei 12 direttori di gara. Si tratta di Mattia Piffaretti, specialista della preparazione mentale ed ex giocatore di basket svizzero. Oltre a una perfetta condizione fisica e a una profonda conoscenza tattica, la solidità mentale è una componente fondamentale dell’arbitro moderno, anche a fronte dell’elevata posta in palio in partite ai massimi livelli. Mattia Piffaretti si concentrerà sugli elementi che aiutano l’arbitro a prendere una decisione corretta in condizioni di forte pressione e sotto l’occhio di pubblico e stampa. L’iniziativa è stata accolta favorevolmente da tutti gli arbitri tranne uno, il tedesco Herbert Fandel di professionione pianista. Da piccolo Herbert sognava di entrare nel mondo del calcio e suonare in mezzo alla gente, quindi fischia negli stadi. «Uno psicologo? No grazie - ha risposto Fandel -, me la cavo da solo».