Hernandez e i ritmi cubani in salsa italiana

Il batterista Horacio «El Negro» Hernandez, ritenuto uno dei musicisti più di talento del momento e vincitore di Grammy Award sarà ospite del Roma Jazz Festival questa mattina (Sala Sinopoli ore 11) per proporre, insieme ai fiati dell’orchestra jazz dell'Auditorium, il progetto «Italuba». Hernandez ha suonato con nomi storici del jazz come McCoy Tyner e Michel Camilo, e con rock star come Carlos Santana e Steve Winwood ma è stato anche membro di ensemble di musica latina come il Tito Puentès Tropi-Jazz All Stars. «Italuba» è un gruppo composto da musicisti cubani che si sono incontrati in Italia e hanno deciso di unire le loro doti per un ponte ideale tra l’Italia e Cuba. La compagine è formata da Horacio «El Negro» Hernandez alla batteria, Amik Guerra Lig Long alla tromba, Ivan Bridòn Nàpoles alle tastiere e Daniel Martinez Izquierdo al basso. Il gruppo, alla ribalta da tre anni, ha all’attivo un disco, un altro sarà in uscita a breve e numerose tournée effettuate in Europa. Per il Roma Jazz Festival saranno presentate composizioni originali arrangiate insieme ai fiati della PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra e tratte dal suo ultimo lavoro discografico «Italuba II» appena pubblicato per la Cacao Music. Horacio «El Negro» Hernandez nato all’Havana ha iniziato molto presto la sua attività da professionista con Paquito D’Rivera, Arturo Sandoval e Germano Velazco. Nel ’90 si è trasferito a Roma, lavorando anche con Pino Daniele, e fondando il gruppo Tercer Mundo. Nello stesso periodo ha preso parte al tour mondiale di Carlos Santana. All’inizio del 1999 la rivista Modern Drum lo ha designato come Drummer of the year 1997.