HH Impero di carta

Valerio Massimo Manfredi, piaccia o non piaccia, è ormai il dominatore indiscusso del romanzo storico made in Italy. Non fa eccezione il suo «Idi di marzo», prontamente arrivato al sesto posto della Top ten. E magari i suoi romanzi non saranno letterariamente eccelsi, ma hanno il pregio di avvicinare un sacco di persone ad argomenti che quando venivano loro propinati a scuola provocavano letargia istantanea. Allora applausi al grande archeologo che tutti credono romanziere.