HH La povertà è ricca di copie

Con «Il banchiere dei poveri» Muhammad Yunus ha raccontato la storia della Grameen Bank e ha mostrato i vantaggi del microcredito. Oggi il premio Nobel propone quell’esperienza come modello per debellare la povertà mondiale, senza però rinunciare alle dinamiche migliori del libero mercato. Ecco perché in tempo di crisi il suo «Un mondo senza povertà» vende più che bene (6º in saggistica). Del resto a fargli compagnia in classifica ci sono anche il duo Keynes-Rossi e Paul Krugman.