HHH Libri che Pedalano

La bicicletta piace sempre, soprattutto in primavera. E piace ancor di più quando si colora di filosofia e utopia. Così il breve saggio di Marc Augé, «Il bello della bicicletta», fa capolino al decimo posto della saggistica. Un bel risultato per un librino che non descrive apocalissi economiche, oppure scandali o caste o chiese corrotte. Un librino in cui non si assiste nemmeno alla solita finta rissa tra laici e credenti. Allora non resta che augurarsi che le riflessioni sulla bellezza del velocipede continuino a pedalare in classifica.