HHHH Siamo sempre nel 1984

La classifica della fantascienza non è diversa dalle altre. Dove passa Stephenie Meyer non c’è scampo: il suo «L’ospite» è primo. Eppure ci sono long seller intramontabili che continuano a difendersi anche dopo decenni. È il caso di «1984» di George Orwell che si piazza al secondo posto. Subito seguito da «La fattoria degli animali» del medesimo Orwell. La fantascienza guarderà sempre avanti, però l’onirico «1984», anche se è sorpassato quanto a data, resta un capolavoro.