Un «Hidalgo» in soccorso del Ventaglio

da Milano

Hidalgo in spagnolo vuol dire gentiluomo, nobile, cavaliere. E, guarda caso, il nome del «cavaliere bianco» che potrebbe soccorrere Viaggi del Ventaglio, è proprio quello di Juan Josè Hidalgo, presidente e maggiore azionista del gruppo spagnolo Globalia, partecipato dal Banco Popular. Contatti tra Bruno Colombo, presidente del Ventaglio, e Hidalgo c’erano già stati lo scorso anno, ma si erano infranti su divergenze legate alla gestione. Oggi le difficoltà in cui si dibatte il tour operator italiano potrebbero far superare gli ostacoli. Globalia è un colosso del turismo con 12mila dipendenti: è, tra l’altro, proprietario della compagnia aerea Air Europa (34 velivoli), possiede attività di handling aeroportuale in Francia, Spagna, Messico e Stati Uniti, tre tour operator, una catena di 1.500 agenzie di viaggi. Il riavvicinamento tra Ventaglio e Globalia è avvenuto all’indomani della decisione del fondo Palamon di non entrare nel capitale del Ventaglio. Se Palamon sarebbe stato un socio finanziario, Globalia è un possibile partner industriale. Il suo ingresso comporterebbe scelte dure: un ricambio al vertice e una forte ristrutturazione del business, anche nella distribuzione e nell’uso del marchio. Se lo scorso anno Colombo s’era irrigidito, le avversità potrebbero averlo ammorbidito, anche perchè dopo l’estate è sono in scadenza bond per 50 milioni. Globalia verserebbe una cifra iniziale rinviando a una verifica degli accordi un ingresso più massiccio, adoperandosi poi per l’individuazione di un socio finanziario. Sul fronte aeronautico, l’uscita di scena di Palamon da un lato, e l’andamento di Eurofly dall’altro stanno incrinando la possibile fusione di Livingston (Ventaglio) con la compagnia di Banca Profilo. Eurofly teme che le difficoltà del Ventaglio possano riflettersi su quel minimo garantito di passeggeri che fa parte della trattativa; Ventaglio è restio ad accettare come parte del pagamento azioni fortemente svalutate rispetto al prezzo di collocamento (meno 60%), di una società nella quale gli investitori istituzionali stanno riducendo il proprio rischio: solo negli ultimi giorni sono scesi di quota Banca Generali, Jp Morgan capital market e, proprio ieri, Merrill Lynch. Da registrare anche la notizia che il volo quotidiano «full business» di Eurofly Milano-New York (che in giugno ha avuto una media di sei passeggeri su 48 posti) è diventato trisettimanale. Ieri in Borsa: Ventaglio meno 0,59%, Eurofly più 0,12%.