Himalaya, la neve seppellisce 18 alpinisti

Tragedia sulle montagne del Nepal occidentale: sette alpinisti francesi e undici nepalesi, che facevano parte di una spedizione composta da ventidue persone, sono morti, sorpresi in quota da un bufera di neve. Il gruppo era partito mercoledì scorso alla conquista della vetta del Kang Guru, una montagna alta 6.981 metri, nel massiccio nepalese dell'Annapurna, sull'Himalaya. «Si tratta della più grande tragedia della storia dell'alpinismo», ha detto Reinhold Messner. I francesi erano guidati da Daniel Stolzenberg, alpinista di 60 anni. L'allarme è stato lanciato ieri da quattro superstiti nepalesi, recuperati da un elicottero dei soccorsi, che hanno raccontato di essersi salvati perché si trovavano fuori dalle tende quando il campo è stato travolto da una valanga.