History Channel fa marcia indietro: cambia il titolo contestato su Seveso

Venerdì 15 settembre alle 21 l’emittente satellitare History Channel ha trasmesso «La fabbrica dei profumi», programma tv a trent'anni dall'incidente dell'Icmesa di Seveso. Al di là della lodevole iniziativa incentrata sulla memoria, ricordo di aver pubblicato un libro inchiesta su Seveso il cui titolo era, coincidenza, «La fabbrica dei profumi» (Baldini Castoldi Dalai, 1995). Più recentemente ricordo di aver portato in scena cinquanta repliche di un reading teatrale il cui titolo è, nuova coincidenza, «La fabbrica dei profumi» (copyright Siae Dor 2003). Nessun giornalista, producer, funzionario, documentarista dell'emittente televisiva History Channel ha comunicato di aver sottratto, a me e all'editore, il titolo di un'opera di saggistica pubblicata in Italia ben undici anni prima, la cui uscita fu oggetto di dibattito pubblico su stampa, radio e tv. Non conosco dunque il contenuto del documentario, neppure gli autori. Forse l'operazione è il frutto di una mera coincidenza. Forse. Così vanno le cose nel Paese delle strane dimenticanze.
Si esige comunque una risposta pubblica di History Channel.
Daniele Bianchessi
Nello spirito di collaborazione e dati i comuni obiettivi di promozione culturale fra History Channel e la casa editrice Baldini e Castoldi si è convenuto, in accordo con la casa di produzione titolare del documentario, di trasmettere lo stesso con il titolo «Seveso: i giorni della diossina». Inoltre, così come già avvenuto in passato per altri temi legati alla storia del nostro Paese, il canale offrirà ai propri telespettatori una piccola bibliografia sull’argomento. Tra i testi consigliati, anche quello di Bianchessi.
Marta Bertolini
Ufficio stampa Fox International Channels Italy