La «hit» della Mussolini: Maroni, Brunetta, Tremonti

Roberto Maroni? È «incisivo», e di conseguenza si piazza al primo posto, seguito a ruota da Renato Brunetta, giudicato «innovativo». Terzo il ministro dell’Economia, perché «Tremonti è Tremonti, come Sanremo, guida tutto lui. Palma d’oro alla simpatia per Ignazio La Russa. Tempo di pagelle per i ministri. Ad assegnarle, in un’intervista ad Affaritaliani.it, l’onorevole Alessandra Mussolini (nella foto), deputata del Pdl e leader di Azione sociale. Maroni al top, dunque: «È diretto – spiega la Mussolini –, si assume anche delle responsabilità di azioni abbastanza forti. Non c’è stata una cosa che ha fatto sulla quale ho avuto dubbi». A Brunetta il merito di avere dato uno scossone all’universo dei dipendenti pubblici, a Tremonti quello di far quadrare i conti. Per l’ex partito, An, solo una nota di simpatia per Ignazio La Russa.