«Ho brindato a champagne»

Harold Pinter si è detto «sopraffatto» dall’assegnazione del Nobel per la letteratura, dicendo che non si aspettava di essere lui il prescelto. «Non ho avuto tempo di pensarci - ha affermato il 75enne drammaturgo, poeta, regista e sceneggiatore - Ma sono molto, molto commosso. È qualcosa che non mi aspettavo, mai». «Non potevo immaginarlo - ha detto il commediografo raggiunto nella sua casa di Londra da un corrispondente di una radio svedese - Non ho avuto il tempo di pensarci, sono meravigliato». Alla domanda sul perché, secondo lui, è stato premiato, il neo Nobel ha detto con tono meditabondo: «Me lo chiedo, me lo chiedo... ». Pinter ha detto di aver festeggiato la notizia con sua moglie, con una coppa di champagne: «Abbiamo bevuto un bicchiere di champagne e probabilmente me ne farò un altro». Alla sua casa londinese sono arrivati due enormi mazzi di fiori, ma il fattorino non ha voluto dire da parte di chi fossero.