«Ho disegnato la livrea della sua Yamaha»

Paolo Cristante ha anche realizzato il modello del casco di Dovizioso: «Ne ho proposti tre, uno è piaciuto»

Professione stilista, per hobby disegnatore per il motociclismo. Paolo Cristante, 29 anni, torinese di Alpignano, l’anno scorso si è aggiudicato il concorso per disegnare la livrea della moto di Valentino Rossi. Obiettivo centrato, fra la bellezza di 12mila partecipanti. Adesso il bis, con il casco di Andrea Dovizioso, 22enne di Forlimpopoli, al debutto nella MotoGp in questa stagione. Il disegno di Cristante è stato scelto fra un novero di concorrenti più limitato, un centinaio. Qualcuno si è lamentato, invitando Il Giornale a indagare, adombrando l’idea che il giovane piemontese abbia qualche santo in Paradiso.
«L’unica cosa che mi si potrebbe contestare - racconta l’interessato - è che con la mia azienda sono sponsor di Juventus Channel, tuttavia la tv non c’entra nulla con questi due concorsi».
Il doppio vincitore disegna abiti, quattro anni fa si aggiudicò il premio di giovane stilista al Fashion Week di Riga, in Lettonia. È appassionato di sport e un anno fa ha deciso di tentare la fortuna, prendendo parte al concorso «Draw&Go» indetto dalla Fiat Yamaha Team per la livrea della M1 di Valentino Rossi.
«In premio sono stato invitato a Valencia, dove ho trascorso cinque giorni memorabili. Sono appassionato di moto da sempre, ho due armadi pieni di modellini montati».
Di recente il bis, con Dovizioso. «Qui ho inviato tre diversi modelli, al pilota uno è piaciuto, mi hanno comunicato una leggera modifica e di nuovo mi hanno scelto».
Sabato 30 agosto, a Misano Adriatico, in occasione del Gran Premio di San Marino, la premiazione del concorso indetto dalla rivista Gq e dalla Red Bull, a margine delle prove. L’indomani il debutto della nuova effigie in pista. Cristante nel frattempo continua a disegnare abiti. Ai prossimi concorsi analoghi potrebbe essere rifiutata la sua candidatura, per manifesta superiorità.