"Ho donato un rene per operare i miei bambini obesi: stanno peggio di prima"

Un padre, per riuscire a pagare l'operazione chirurgica dei suoi tre bambini, ha donato un rene. Ma dopo la trafila medica non è cambiato nulla e i tre figli rischiano di non muoversi più

Hanno quattro, sei e tre anni e insieme pesano 100 chili: il padre ha venduto un rene per sottoporre questi bambini a un intervento chirurgico, ma nonostante tutto loro continuano ad ingrassare.

Yogita, Anisha e Harsh sono tre bambini indiani. La loro particolarità è che insieme pesano oltre 100 chili. Un peso fuori dalla norma. Più di un anno fa, il padre dei tre aveva deciso di vendere un rene per riuscire a pagare la loro operazione chirurgica.

L'operazione è stata fatta ed è andata a buon fine. E se in un primo momento la medicina ha dato i suoi frutti, ora i bambini stanno peggio di prima. I tre ragazzini sono stati soprannominati "sumo kid" perché continuano ad ingrassare a dismisura. Il loro peso continua a lievitare e il loro padre è disperato.

Oggi Yogita pesa 37kg, Anisha 56 kg e Harsh 20 kg. Il padre ha spiegato al Dailymail che "l’operazione ha fatto poco per i bambini". "Se continueranno ad ingrassare, presto non riusciranno più a muoversi. Io e mia moglie abbiamo ridotto un po' le loro razioni di cibo. Ma non è cambiato nulla" - ha concluso disperato l'uomo.

Commenti

cgf

Sab, 25/06/2016 - 11:57

ridotto un po' ok, ma quanto sono le razioni? Probabile che quel po' non è sufficiente. OK che da quelle parti grasso è bello, ma rischiano di non arrivare a 20 anni!