«Ho speso 25 euro per comprare la partita»

Per consumare l’illecito sarà utilizzato un motorino

Egregio dott.Lussana, in qualità di Vs. lettore mi permetto disturbarla inviandole copia della lettera di autodenuncia inviata alla Spett.le Procura della Repubblica di Genova.
Spett.le Procura della Repubblica di Genova
Cortese attenzione Dottori Lari ed Arena
Egregi dottori, sono il Presidente si una squadra di calcio regolarmente affiliata alla F.I.G.C. ed insieme a due ns. tesserati, di cui uno è mio nipote, abbiamo deciso di perpetrare un «tentato» e, ci auguriamo «consumato» illecito sportivo.
Per essere più precisi, abbiamo deciso di tentare di «addomesticare» la prima partita del prossimo campionato che andremo a disputare (ispirati dal principio «chi ben incomincia...»), purtroppo non essendo ancora usciti i calendari della nuova stagione agonistica, non siamo ancora in grado dicomunicaVi chi cercheremo di corrompere, ma, sarà nostra premura informarVi tempestivamente.
Quindi, siccome siamo in tre, tutti incensurati, gradiremmo essere considerati una «associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva» e, considerato che per raggiungere lo scopo saremo costretti a fare un «sacco» di telefonate, esigeremmo di essere intercettati sia nelle nostre utenze telefoniche, sia in quelle ambientali, in motorino, in camera da letto e qualora, lo riteneste opportuno anche alla toilette.
Vi confermiamo, inoltre, che considerato lo stato delle nostre casse sociali le cifra stanziata per l'illecito sarà di euro 25 (venticinque), che cercheremo di consegnare alla controparte, preferibilmente, dentro una «valigetta», dove tra l'altro troverete anche un pre-contratto per l'acquisto di un calciatore della squadra avversaria, ma , di questo ultimo particolare Vi preghiamo non tenere assolutamente conto.
A questo punto, sarebbe cosa particolarmente gradita e peraltro necessaria, che venga da Voi allestito un posto di blocco in modo da poter intercettare il «corpo del reato» e completare rapidamente l'iter investigativo.
Per agevolarVi, ulteriormente, vi informiamo, che siamo ancora incerti se utilizzare per la consegna della «valigetta», il motorino di mio nipote o un deltaplano, in quest'ultimo caso sareste così gentili da coordinarVi, eventualmente, con l'Aeronautica Militare per organizzare un posto di blocco «volante»?
Non appena completato il tutto, Vi supplichiamo, di trascrivere il più velocemente possibile tutte le intercettazioni acquisite, perché, non vorremmo mai che dopo tre giorni quando arriverà l'Ufficio Indagini della F.I.G.C., non foste ancora pronti.
Onde evitare fastidiosi disguidi, siamo certi che vorrete provvedere, anche, ad una «fisiologica» fuga di notizie, in quanto ci terremmo molto ad essere trattati come tutti gli altri e senza nessun favoritismo.
Una volta passato il fascicolo alla Procura Federale ci aspettiamo di essere giudicati dalla Commissione Disciplinare il più rapidamente possibile, diciamo un'oretta, se va bene a loro, in modo da poter scendere immediatamente di due categorie con penalizzazione.
Per quanto riguarda il processo di appello alla CAF, sarà nostra premura fornire alla «giuria» i regolamentari moduli della battaglia navale, in modo da ingannare l'attesa durante le arringhe dei nostri difensori,e, ci impegniamo a fornirgli, inoltre, dei foglietti già pre-stampati, dove, potranno sbizzarirsi sul commentare le nostre facce,anticipare la sentenza inneggiare alla Sacra Corona Unita, a Bin Laden e a quant'altro frullerà per la testa a queste persone di «alto spessore morale». Ci impegniamo sin da adesso a non fare nessun ricorso,sia al TAR del Lazio e sia alla giustizia ordinaria, in quanto il primo ci sembra essere un po’ troppo zelante e mattiniero, pensate infatti cari Dottori,che in un caso analogo il «Giudice» è rientrato di corsa dalle ferie alle sette del mattino era in ufficio, alle otto gli hanno sottoposto un ricorso, ed alle nove e ventuno l'Ansa batteva già la sentenza.
Il secondo, cioè il Chiarissimo dott. Vigotti, ci pare abbia un momentino di confusione in testa per quel che riguarda le giurisdizioni, ed inoltre, considerato la «rapidità» con cui scrive le sentenze sotto dettatura, non vorremmo intralciargli il lavoro per i prossimi sei mesi.
Ma, sinceramente, ci auguriamo che, in sede di giustizia sportiva, si voglia dare un bell'esempio al mondo del calcio dilettanti e ci vengano comminate almeno tre categorie di penalizzazione, così visto che finiremmo «sotto zero» potremo dedicarci ad altre attività ludiche quali concorsi in magistratura, partecipazioni ad elezioni politiche o esami per diventare giornalisti professionisti.
Scusandoci anticipatamente per il disturbo che andremo ad arrecarVi e confidando nell'attenzione che vorrete riservare a questa nostra, cogliamo l'occasione per porgere i nostri più cordiali saluti.
Presidente

A.S. Goliardica Priaruggia
Telefono da intercettare 3487321801

N.B.Lo scrivente dr. Bozano Augusto si è laureato in Giurisprudenza presso l'Universita' di Genova nell'anno
Accademico 1975/76, discutendo la Tesi «L'illecito sportivo sua rilevanza nell'ordinamento civile e penale»....