«Ho subìto un lavaggio del cervello Mi hanno convinto a confessare»

È la «verità» di Olindo quella andata in scena ieri nel corso della sesta udienza del processo sulla strage di Erba, che vede imputati i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi. Nelle dichiarazioni spontanee in aula, Olindo ha raccontato di essere stato indotto a confessare in un colloquio con i carabinieri, avvenuto il 10 gennaio 2007. «Mi prospettarono gli scenari - racconta -: se fossi stato zitto, l’ergastolo non me lo toglieva nessuno. Se avessi confessato, in 5 anni sarei uscito». Ecco il testo integrale della sua dichiarazione.