Hockey ghiaccio Milano terzo urrah e domani a Bolzano la sfida con Egna

Dopo la bella vittoria casalinga di domenica, domani sera l'Hockey Milano torna a pattinare in trasferta. Per la sedicesima giornata della A2 di hockey affronterà a Bolzano l'Egna Riwega, forte dell'iniezione di fiducia trasmessa dall'importante successo per 5-3 strappato contro l'Appiano. Una gara in cui i ragazzi del Milano, per la prima volta in stagione, sono andati a segno con cinque gol (in rete il neo-acquisto Delfino, Migliore, Slak e Remar, con una doppietta).
Nonostante la terza vittoria stagionale, risultato che riporta Milano a sole due lunghezze di distanza dal Real Torino e che allontana l'ultima piazza, occupata da Varese, a Bolzano sarà tutt'altro che una passeggiata. L'Egna non perde dallo scorso 31 ottobre e ha una serie attiva composta da cinque successi (l'ultimo con Varese) che l’ha catapultato ai vertici. Alla Wildgoose Arena non ci sarà quindi da tremare solo per l'impianto scoperto, ma anche per il valore degli avversari. «Loro sono fortissimi, ma il mese scorso in casa li abbiamo battuti», si affretta a far notare Insam, tecnico rossoblù. «La cosa davvero importante è che finalmente l'infermeria si è svuotata. In più, con i due ragazzi arrivati dal Pontebba, Betti e Delfino, ho ora a disposizione un gruppo sufficiente per allenarci bene».
Ma lo sguardo dell'esperto allenatore si spinge ben oltre la gara di domani sera: «Mancano solo tre partite al giro di boa stagionale. Dopo Egna ci sono Torino e Gherdeina. Passati attraverso questo trittico potremo fare un bilancio di questi primi mesi. Per ora, considerando da dove siamo partiti, posso dirmi abbastanza soddisfatto dei risultati».