«Hollande vuole rinunciare al diritto di veto Onu»

Nuove rivelazioni al veleno nella lunga campagna elettorale francese. Contro il candidato socialista François Hollande il quotidiano Le Figaro sferra da qualche settimana colpi durissimi. Dopo gli articoli sull’accordo che Hollande avrebbe stretto con i Verdi - sostegno e voti in cambio della chiusura di decine di centrali nucleari - spunta un altro scambio scomodo. Una clausola dell’accordo prevederebbe infatti la rinuncia della Francia al diritto di veto presso il Consiglio di sicurezza dell’Onu.
L’indiscrezione è stata subito smentita dal Partito socialista, ma la voce è bastata a scatenare polemiche e le severe critiche da parte dell’Ump, partito di Nicolas Sarkozy. Spiega il Figaro che il «contratto» Hollande-ecologisti prevede la soppressione del diritto di veto francese alle Nazioni unite. La verde Eva Joly lo considera infatti un «privilegio sorpassato». Il responsabile della campagna elettorale di Hollande, Pierre Moscovici, assicura che il veto non è in discussione, ma intanto l’accordo è stato siglato.