Homi, debutta in Fiera la grande rassegna del lifestyle

Dal 19 al 22 gennaio nei padiglioni di Fiera Milano lo stile di vivere italiano al nuovo grande Macef. Dopo 50 anni di successi la manifestazione cambia volto e diventa sempre più internazionale. Presenti 1.500 espositori, un concet espositivo nuovo e coinvolgente con 10 satelliti. Iniziative collaterali, convegni, fuori salone a Milano con Homisphere ed altri eventi. E il business della fiera prosegue sul web per otto settimane

HOMI, come “Home Milano”, ma soprattutto HOMI come lifestyle italiano declinato attraverso le eccellenze del made in in Italy: è il grande progetto di Fiera Milano che mette al centro la consolidata tradizione italiana del saper vivere e “raccontare” le nuove intuizioni del design e della bellezza per la casa e la persona, che inaugura la sua prima edizione dal 19 al 22 gennaio 2014. Una fiera internazionale nuova ma dalle radici solide e profonde come quelle del Macef che dopo 49 anni di vita si trasforma in HOMI per accompagnare e anticipare il nuovo modo di vivere la casa che sta cambiando non solo le abitudini degli italiani ma anche il mercato e la distribuzione: da mostra di tutto quanto fa l'ambiente di casa, a prima e più importante rassegna del lifestyle.

“E’ un grande progetto, una grande idea che ha subito raccolto interesse e consenso da parte delle aziende - spiega Marco Serioli, direttore exhibitions di Fiera Milano - perché tiene conto innanzitutto del consumatore globale e delle sue esigenze, della crescita che interessa molte aree del mondo con cambiamenti, voglia di fare, nuovi modi di guardare alla vita e ai consumi”.

“E i riscontri positivi si basano sui nostri assett - prosegue Serioli -: su Milano per quello che rappresenta nel mondo; sullo stile italiano rappresentato da Macef fin dagli anni Sessanta; sulla forza del made in Italy che è inglobato e proposto nel concetto più ampio di italian lifestyle che gli stranieri ci invidiano; sulla fatto che Fiera Milano è un’azienda globale presente in sette Paesi; sulla nostra capacità di guida per le imprese verso il nuovo approccio al mondo della casa; per l’ispirazione che significa idee per le imprese verso l’innovazione non solo del prodotto ma anche del negozio e della vendita. Una manifestazione nella quale il business è centrale e diventa uno strumento sempre più professionale contemporaneo. Le 1.500 aziende e i nuovi grandi settori di HOMI che si sviluppa su circa 80.000 metri quadri suggeriscono la forza di un’idea realizzata grazie a un’attenta valutazione del mercato e delle sue nuove esigenze”. I marchi che hanno fatto grande il made in Italy insieme ai nuovi creativi dell’italian style e ad aziende da tutto il mondo sono il fulcro intorno a cui ruota un nuovo concept della manifestazione intesa come incubatore di idee, “una scommessa vinta da Fiera Milano insieme a tutti gli attori del design contemporaneo, con lo scopo di offrire un’esperienza innovativa e proiettata alle nuove sfide globali per tutti i comparti coinvolti nell’esposizione”.

Concept e layout innovativi dunque: le merceologie protagoniste di HOMI sono infatti presentate come “mondi” attraverso i satelliti, dedicati a dieci categorie con esperienze specifiche e differenti che si integrano dando corpo a nuove proposte: Living Habits, Home Wellness, Frangrances & Personale Care, Fashion & Jewels, Gifts & Events, Garden & Outdoor, kid Style, Home Textiles, Hobby & Work. A HOMI, la casa e il negozio diventano gli ambienti cardine all’interno dei quali le attuali tendenze si manifestano e quelle future si costruiscono e dove multiculturalità e ibridazione sono le parole chiave. Grandi attori di questa grande “prima” di Fiera Milano sono soprattutto le imprese, non solo espositori, ma veri protagonisti della manifestazione, testimoni operose dell’Italia a cui HOMI si ispira: tra queste Alluflon, Bormioli Rocco, Lagostina, Sambonet, Seletti, Tuum, Airoldi, Technogym, Zucchi.

Non solo. Per affermarsi come partner strategico delle aziende italiane, HOMI ha stretto accordi con Sistema Moda Italia, che rappresenta l’industria italiana del tessile-moda, con la quale vuole promuovere il settore e le sue aziende e con la Camera Italiana Buyer Moda, impegnata a valorizzare la qualità del punto vendita grazie ai propri soci, negozi qualificati identificati sotto il marchio registrato The Best Shops. Una notazione particolare riguarda la presenza del tessile legato alla casa, “presenta importante - sottolinea Cristian Preiata, exhibition manager - perché è una novità che si lega al nuovo concept espositivo proponendo un’identità precisa e funzionale sia per le aziende espositive che per i compratori HOMI si propone agli operatori come esperienza di stile, incentrata sul momento espositivo ma ricca di iniziative collaterali e incontri".

Così, durante i quattro giorni di manifestazione verranno valorizzate nuove espressioni della creatività, con eventi di impatto. Tra questi, La Magnifica Forma, ideato dall’architetto Anna Del Gatto, e dedicato all’arte come fonte di ispirazione dei designer: una mostra di 28 oggetti ideati da 12 creativi e realizzati da grande aziende italiane. Gli oggetti saranno ispirati alle opere d’arte dei più importanti musei di Milano e diventeranno viva testimonianza delle potenzialità offerte dal nostro patrimonio artistico anche come mezzo di divulgazione del gusto nell’oggettistica. Inoltre, per offrire conoscenze strategiche e concrete agli operatori per spingere i propri prodotti in Italia e all’estero, è in programma il 20 gennaio, dalle 10.30, il convegno organizzato con il patrocinio di Popai Italia, the Global Association for marketing at retail “Nuove esperienze di consumi per nuovi stili di vita” pensato per offrire una finestra alle nuove strategie di promozione del made in Italy nel retail all’estero, con finestre su Usa, Brasile e Sud America, Emirati Arabi e Pakistan, alcuni tra Paesi di maggior interesse per gli operatori e le imprese.

“L’obiettivo principale di HOMI - prosegue Marco Serioli - è portare l’Italian Style in contatto con il mondo attraverso un progetto di ampio respiro destinato ad ampliarsi agli operatori internazionali attesi alla manifestazione soprattutto dai mercati emergenti o fortemente orientati a questo tipo di offerta. Fiera Milano punta anche sull’internazionalizzazione e sono previsti appuntamenti della manifestazione in Russia dal 15 al 18 ottobre 2014 al centro Crocus di Mosca e, nel primo semestre del 2015, anno dell’Esposizione Universale a Milano, HOMI sarà lanciato anche in Asia (a Singapore) e negli Stati Uniti”. HOMI accoglierà con eventi speciali gli operatori che giungeranno nella nostra metropoli per visitare Expo Milano 2015, permettendo a Fiera Milano di divenire ambasciatore dell’eccellenza italiana con le sue tre grandi manifestazioni per operatori: HOMI (Lifestyle), TUTTOFOOD (Alimentazione) e HOST (Ospitalità professionale).

“HOMI - spiega l’architetto Alessandro Agrati, “art director” e creativo della manifestazione - è un nuovo percorso ideato dopo 50 anni di successi del Macef, ed è la prima manifestazione nel mondo che rappresenta lo stile di vita. Contiene “l’anima” del Macef declinata in un concept innovativo, concreto, che offre una grande stimolo alle aziende che vogliono fare sistema e aiuta i buyers che ad esempio hanno a disposizione una longue dedicata in ciascuno dei dieci satelliti. Diverso e più funzionale è anche il modo di esporre i prodotti con una migliore visibilità. Un concept dedicato agli stili di vita di un pubblico multiculturale che offre nuove modalità e opportunità di fare business grazie alla realizzazione di aree speciali dedicate a ricerca e sperimentazione, a soluzioni e strategie, alla creazione di network professionali per ogni singolo satellite di riferimento grazie ad ambienti progettati all’insegna dello stile e della convivialità italiana”.

La stessa eccellenza contraddistingue i partner che hanno collaborato alla realizzazione delle aree speciali votate al business e al networking ma anche al relax e alla qualità della cucina italiana. Partner come Oikos che con i propri colori per l’architettura ha contribuito alla realizzazione di tutte le aree Wellcome e speciali: Format Store, HOMI Sperimenta, HOMI Special Wellness e Fragrance Lab, le Business Lounge e HOMI Ritual. Come il brand internazionale della gastronomia Peck che ha esaltato l’eccellenza culinaria italiana curando i due spazi ristorazione di HOMI Ritual. Come la bontà e la genuinità biologica di Alce Nero che ha curato il welcome food nell’ufficio stampa e nelle Business Lounge. E ancora, come le architetture in cartone di Kubedesign che arredano tutti gli spazi dedicati al food. Come il design e la qualità sartoriale di Poltrona Frau Contract Division che ha arredato la Business Lounge del satellite Fashion & Jewels nel padiglione 11. Come Lumen Center Italia che illumina le Business Lounge di HOMI. E ancora, come la professionalità delle cucine Boffi nel Format Store Tavola e Cucina e infine come Cascina Bollate che ha realizzato il progetto green delle Wellcome HOMI.

Ma HOMI ha luogo a Milano, metropoli la cui matrice cosmopolita e fashion ha fortemente ispirato la nuova manifestazione: ed è proprio un omaggio a Milano HOMISPHERE, l’abbraccio di HOMI alla città, pensato per coinvolgere i buyers in un percorso tra showroom di moda, atelier del design e luoghi del cibo. La manifestazione sarà anche online “in diretta” grazie a HOMI Live, la web Tv realizzata in collaborazione con l’Università Iulm di Milano e coordinato dallo studio di Sergio Pappalettera, offrirà nuove opportunità comunicative dal taglio dinamico ad opera di giovani videomaker selezionati dai più prestigiosi atenei milanesi.

HOMI guarda al futuro così, oltre alle edizioni in Italia e a quelle all’estero, la manifestazione sarà incubatore di stile anche online, grazie a HOMI+, la grande opportunità di fare business, prolungando di oltre un mese le occasioni offerte dalla manifestazione all’interno di uno speciale sito dedicato agli operatori dove il web è un mezzo privilegiato per far incontrare le proposte di HOMI ai buyer più esclusivi: online a partire dal 3 febbraio 2014 per otto settimane.