La sfida degli home designer fra tendenze e novità

La casa è capace di espandersi e di trasformarsi, per necessità, ma anche per gioco, con ambienti, sempre più “spazi” ibridi e sempre meno “stanze” chiuse e definite nella loro funzione. La casa cambia a seconda che sia intesa come spazio per la famiglia, per la coppia, per i bambini, per il relax o per il divertimento. E non solo, il lifestyle è interpetato a HOMI anche in funzione della persona e della decorazione

C’è qualcosa di nuovo. In casa, e fuori. La casa diventa spazio ibrido, il negozio si propone come una “App” pronta a evolversi e a seguire il gusto del consumatore. Un’evoluzione silenziosa del gusto e dello stile, una sfida a un periodo non facile che, proprio perché impone limiti, stimola ancora di più creatività e voglia di cambiare. L’autunno è cominciato all’insegna della ricerca e della sperimentazione, come testimonia la comunità degli home designer, che, proprio in questa stagione sono tornati protagonisti, quando la casa viene riscoperta come un caldo rifugio e scatta la voglia di reinterpretare gli ambienti dell’abitare.

Le nuove tendenze raccontano di una casa capace di espandersi e di trasformarsi, per necessità, ma anche per gioco, con una ridefinizione degli ambienti, sempre più “spazi” ibridi e sempre meno “stanze” chiuse e definite nella loro funzione. La casa cambia a seconda che sia intesa come spazio per la famiglia, per la coppia, per i bambini, per il relax o per il divertimento, si trasforma restando se stessa ed è il particolare a fare la differenza e a ridefinire lo spazio come esperienza. Così la stanza dei bambini si amplia e arriva anche in salotto, grazie ad arredi eleganti ed eco, dal design morbido, pronti ad accogliere il gioco dei bimbi nella stessa stanza dove si rilassano i genitori; la cucina diventa stanza degli ospiti, magari coinvolti direttamente in gare di cooking con i padroni di casa, tra i colori di piatti e accessori a definire le “squadre” seguendo le mode “reality” del momento; poi, tutti nello studio-camera-tavernetta, per assaggiare e degustare il vino da meditazione. Mentre le amiche sono accolte nella camera da letto, non-luogo per raccontare se stessi, prendersi cura di sé e trovare il proprio benessere.

Fra le tante novità lanciate a HOMI, il salone internazionale del lifestyle che si svolta a Fiera Milano, si è presentato un nuovo marchio e un innovativo concept: PELLE Istinto Riposo, firmato dai designer Alessandro Agrati e Lucy Salamanca. Un approccio totalmente innovativo per un concept che si nutre degli spunti forniti dalle abitudini del riposo, partendo dall’atto stesso del riposare per passare allo studio delle posture del relax e alle migliori condizioni che lo favoriscano. I prodotti si presentano originariamente “nudi” per poter essere successivamente vestiti e personalizzati con la linea “PELLE collection abiti”, una serie di pelli quotidiane che avvolgono e proteggono, connotate da funzioni tecniche e da una marcata estetica che rende esclusivi i prodotti PELLE.

HOMI, anche nel satellite KID STYLE, si è proposto come una formula innovativa ispirata da gusti e tendenze globali in rapido e continuo mutamento. Lifestyle e benessere eco anche per i giocattoli di Hape International, presente a HOMI, nel satellite KID STYLE, interamente dedicato ai bambini e alle loro esigenze di piccoli abitanti della casa. Hape, con il suo focus sul giocattolo ecosostenibile, è per tutti coloro che vogliono sognare e far star bene i propri figli, con i suoi giochi: banco delle palline e xilofono, riccio trainabile, macchina da caffè in legno, pony con lacci, set da gioco safari, casetta di bambole.

Zucchi, l'azienda di Rescaldina della quale è maggiore azionista il portiere della Juventus e della Nazionale Gigi Buffon, risponde alla flessione del mercato tessile in Italia riposizionando il marchio in un target più alto e guardando soprattutto ai mercati esteri di Cina Usa e Brasile paese nel quale la Zucchi ha già aperto tre negozi monomarca nei quali, così come nei tre di Milano, si possono ammirare una parte degli stampi della collezione con pezzi che vanno dal 1785 al 1935. E lo stesso campionario di raffinatezze è stato presentato nello stand del marchio Zucchi a Homi. Ma come sono i letti e le tavole di tendenza secondo Zucchi? Con gli stessi magnifici disegni degli stampi, ma non più solo di cotone 100%. Si stampa su lini, percalli e seta smerigliata.

Tra le innovazioni, si distingue la linea New Balance che interpreta appieno la filosofia Berndes, fondendo perfezione tecnologica con eccellenza dei materiali e versatilità d’uso. Gioielli della ricerca Berndes, le pentole e padelle di questa collezione rappresentano la nuova frontiera per la cottura su piani a induzione, grazie all’innovativo fondo in acciaio ferromagnetico che consente di raggiungere la temperatura necessaria in tempi più rapidi rispetto alla media, con un conseguente risparmio energetico. Piatti, un bel vassoio, tovaglia e posate. Perché una bella tavola è così importante? Perché delle belle stoviglie sono il perfetto complemento ad un buon piatto e - forse - perché nella frenesia del vivere quotidiano, apparecchiare la tavola risponde ad un bisogno di cura e amore per chi ci sta accanto o… semplicemente per noi stessi. Anche Lagostina, grande protagonista delle nostre cucine, ha messo in mostra lo stato dell'arte e dell'innovazione oltre che del design in fatto di acciaio, pressione e antiaderente che non solo hanno fatto bella mostra ma hanno avuto in Simone Rugiati uno chef che ha messo alla prova i prodtti con una serie di show cooking.

Nella sezione HOMI SPECIAL Decorazione, la primavera è fiorita nei dettagli per la tavola: colori delicati e finiture piacevoli agli occhi e al tatto, particolari giocosi e poetici, atmosfere sospese nel tempo. Sara Carlini, illustratrice e Laura Genestreti, architetto sono due designer ceramiche professioniste, cuore e mente del “Laboratorio Ramina”. Alla base del progetto “Ramina” c’è il concetto di qualità e di personalizzazione, della lavorazione artigianale, con produzione a mano “pezzo per pezzo”. Il laboratorio lavora su commissione, sviluppando temi e idee proposte dal cliente, producendo linee personalizzate in esclusiva per aziende.

Lifestyle significa anche gioielli e bijoux, davvero tantissimi quelli esposti nella sezione dedicata. Con diversi esordienti presenti in Fiera. Come Tuum, azienda giovane di Michele e Simone, di San Giustino (Perugia), Pr il primo, ingegnere il secondo, diventati stilisti di gioielli nel 2010 per aver avuto l'intuizione di trasferire il Padrenostro, preghiera che sta alla base della buona volontà dell'uomo - non solo dei cattolici - su un anello a fascia realizzato in bronzo o in argento con la tecnica della cera fusa. E' stato subito un successo per un gioiello unisex e pret a porter che viene venduto in identiche percentuali a uomini e donne. Tuum, che dopo neanche quattro anni ha già 700 punti vendita a Homi ha presentato la sua ultima novità che completa la gamma: il bracciale in argento brunito, bronzato rodiato o - a richiesta - in oro con la preghiera del Padrenostro inciso in italiano o in latino. Sempre tra le tante novità, semplici e intriganti le collane in seta plissè che sembrano di carta in 20 colori disegnate dalla greca Alexandra Tsaukala. Le nuove tendenze si declinano tra cristalli, luminescenze e trasparenza. Abbondante l'uso per collier, orecchini e bracciali di pietre preziose, scaglie di vetro e brillanti. Sono favoriti i toni del mare, dall'azzurro cristallino al verde smeraldo, passando per tutte le gradazioni che si possono ammirare nelle acque tropicali. L'oro, in generale vince su bronzo e argento. Ma è soprattutto sui materiali, quelli offerti dalla natura, che si sbizzarriscono i designer: legno, ambra, rame, corno, corallo e pelli. Con colori decisi e dall'allure vintage, come i rosa carichi, verdi sabbiosi, colori fluo ricoperti da una coltre polverosa.