Honda, 437mila vetture richiamate: "Gli airbag sono difettosi"

La casa automobilistica giapponese ha annunciato che richiamerà complessivamente oltre 400mila veicoli in tutto il mondo, soprattutto in Nord America, per difetti negli airbag del conducente<br />

Tokyo - Continuano i guai per le case automobilistiche del Sol Levante. Dopo la Toyota ora tocca alla Honda. La casa automobilistica giapponese Honda ha annunciato che richiamerà  437.763 veicoli in tutto il mondo, per la maggior parte in Nordamerica, a causa di un difetto negli airbag del conducente. Sale così a più di 950.000 unità il totale dei ritiri da novembre 2008, mentre salgono i timori del governo di Tokyo per le ripercussioni dagli effetti imprevedibili sulla reputazione del made in Japan.

Dodici incidenti in un mese Honda, in una nota, spiega che gli airbag difettosi possono aprirsi con eccessiva forza e che in febbraio sono stati riportati 12 incidenti legati a questo tipo di problema. Honda ha segnalato il problema all'agenzia federale di sicurezza stradale americana, che è stata messa al corrente del richiamo supplementare. Il primo richiamo Honda per problemi agli airbag risale al 2008, quando vennero richiamati alcuni modelli 2001 di Accord e Civic. Successivamente, a causa di un incidente mortale, Honda era stata costretta a richiamare nel luglio 2009, per lo stesso problema, 440.000 fra Accord, Civic e alcuni modelli Acura 2002. La decisione odierna è stata presa perché la società "non é completamente sicura che gli airbag del sedile del guidatore nei veicoli richiamati funzionino come dovrebbero. Per questo abbiamo deciso di aggiungere al richiamo alcuni alcuni veicoli 2001 e 2002 dei modelli Accord, Civic, Odyssey, CR-V e alcune Acura Tl 2002".