Honda FR-V, vera 6 posti per viaggi in famiglia

da Merano

A tre anni dalla nascita, Honda FR-V è stata rinnovata con l’obiettivo di accentuarne la versatilità e la flessibilità. Pochi interventi, comunque, per l’originale 6 posti (3+3) giapponese, quasi impercettibili quelli sulla carrozzeria, mirati a sottolineare la forte personalità stilistica della multispazio realizzata sulla stessa piattaforma della CR-V, rispetto a cui vanta però un passo più lungo (2,68 metri), valore che assicura una grande abitabilità. Contrariamente a ciò che accade per molte «7 posti», su FR-V 6 adulti viaggiano comodi e possono portarsi appresso un adeguato bagaglio.
Il sedile centrale anteriore, che ha un’escursione longitudinale di 27 cm, è ideale per far viaggiare un bambino tra i due genitori, ma può ospitare anche un adulto, perché la leva del cambio è inserita nella plancia e la FR-V, essendo una trazione anteriore, è priva di tunnel. Nello schienale, che può essere ripiegato completamente in avanti per assumere la funzione di bracciolo, sono stati ricavati utili portaoggetti.
La novità più sostanziosa la troviamo sotto al cofano, dove pulsa un 1.8 benzina da 140 cv (tecnologia i-VTEC) che va a rimpiazzare i due precedenti a ciclo Otto, offerto come interessante alternativa al turbodiesel 2.2 di uguale potenza. Il brio e i bassi consumi del nuovo motore porteranno a una sicura crescita della già consistente quota (40%) dei clienti FR-V che hanno finora privilegiato l’alimentazione a benzina, fenomeno in decisa controtendenza rispetto alla generalità delle multispazio. Partono da 21.450 euro i prezzi della 1.8 benzina, per poi salire, attraverso i livelli Comfort Plus e Executive, fino ai 30.550 dell’allestimento Navi Leather.