Honda Ps dono di Natale

da Milano

Se gli ultimi campionati MotoGp non hanno regalato grandi soddisfazioni, la Honda cerca almeno di guadagnare terreno sul campo delle vendite. Così, dopo le moto e aggiornata la gamma 2006, è arrivato come sorpresa di fine stagione anche un nuovo scooter. Si chiama Ps, acronimo di Paneuropean Scooter e va a rinforzare la proposta nel segmento dei modelli compatti. Va così ad aggiungersi a Pantheon, Dylan, @ e al campione di vendite Sh, dai quali eredita i motori, nelle ormai canoniche cilindrate 125 e 150: la prima alla portata anche dei sedicenni, la seconda rappresenta invece il livello minimo per accedere a tangenziali e autostrade nostrane. Progettato e prodotto in Italia, come altri modelli di successo della gamma Honda, il Ps utilizza la serie più attuale di motori, vale a dire quelli a 4 tempi con iniezione, omologati Euro 3 e di conseguenza assicura il miglior compromesso attualmente possibile tra emissioni nocive e percorrenze con un litro di benzina. Appartiene alla categoria dei modelli senza età, destinati a durare nel tempo perché non legato alle mode. L’unica concessione allo sfizio è la presenza in gamma di un paio di versioni con carrozzeria bicolore. Tutto il resto ha il compito di puntare su sostanza e affidabilità. Dotato di una pedana poggiapiedi larga dotata di gancio, che lascia spazio a un alloggiamento sicuro per lo shopping quotidiano, il nuovo scooter utilizza ruote da 13 pollici di diametro, un compromesso collaudato per assicurare stabilità, senza limitare l’irrinunciabile manovrabilità nel traffico. I prezzi saranno ufficializzati nei prossimi mesi e si annunciano veramente interessanti.