Honduras: italiano uccide tre figli e poi si suicida

Paolo Esposito, residente da una
quindicina di anni in Honduras, ha ucciso i due figliastri e la figlia che aveva
avuto dalla convivente honduregna, Delia Fernandez, poi si è tolto la vita con un colpo di pistola

Buenos Aires - Folle di gelosia, fa strage dei figli e poi si toglie la vita. E' successo a un quarantaquattrenne italiano inel centro America. Paolo Esposito, residente da una quindicina di anni in Honduras, ha ucciso i due figliastri e la figlia che aveva avuto dalla convivente honduregna, Delia Fernandez. Poi, ha preso la pistola e si è sparato in bocca

Una lite scoppiata per gelosia Lo si apprende da fonti locali, le quali precisano che "dopo una scenata di gelosia" con la donna, Esposito ha ucciso i due figliastri, Leonardo (12), Laura (9), e la figlia, Valeria (5). Dopo aver ucciso i tre ragazzi, l’uomo si è suicidato. "A quanto ci risulta, Esposito era nato a Desenzano, è successivamente vissuto a Verona e la famiglia si è trasferita a Brescia", ha detto all’Ansa l’ambasciatore italiano in Honduras,Giuseppe Magno, precisando che l’uomo ha ucciso i ragazzi "a colpi di pistola,con una calibro 9, e poi si è sparato in bocca".

Precedenti per violenza e aggressioni
A scatenare l’inferno "la gelosia e i problemi familiari", afferma il quotidiano La Prensa, rilevando che ieri la convivente lo aveva denunciato per "violenza familiare e aggressioni": qualche ora prima, infatti, Esposito si era recato in una discoteca dove si trovava la convivente, trascinandola fuori dal locale e picchiandola selvaggiamente. Proprio a seguito della denuncia, la polizia si era quindi recata nell’abitazione di Esposito, dove ha trovato i corpi senza vita dei tre ragazzi uccisi e dello stesso Esposito.