Host 2015: ospitalità, lifestyle e food in Fiera per un salone record

Previsti oltre 1900 espositori e oltre 135mila visitatori professionali all'International Hospitality Exhibition che si terrà in 14 padiglioni di fieramilano a Rho dal 23 al 27 ottobre. In crescita espositori e buyer stranieri per una manifestazione sempre più internazionale presentato a Expo. Peraboni: "Milano hub del made in Italy"

Food, tecnologia, made in Italy, tre ingredienti che vengono declinati attraverso due parole d’ordine precise: nuovi format e creatività. E’ questo il filo conduttore di HostMilano - International Hospitality Exhibition, il grande salone biennale che si terrà nei padiglioni di fieramilano a Rho da venerdì 23 a martedì 27 ottobre prossimi, manifestazione leader mondiale per le filiere Ho.Re.Ca., foodservice, retail, grande distribuzione organizzata e hôtellerie.

Che è stata presentata - non a caso - nel padiglione di Identità Golose a Expo Milano 2015. Liaison perfetta fra Host e Expo legate da un collegamento diretto fra i siti espositivi e soprattutto dal tema del food declinato a tutto campo. Edizione speciale, dunque, che unisce la cultura di settore e la grande filiera del settore dall’industria alla distribuzione, dai produttori alle Pmi e propone anche sfide fra maestri, show-cooking e campionati mondiali.

Fiera Milano la definisce, a ragione, una ricetta world-fusion. Con un format che propone tre macro-aree: Ristorazione Professionale con Pane-Pasta-Pizza; Caffè-Tea con Sic - Salone Internazionale del Caffè, Bar-Macchine per caffè-Vending e Gelato Pasticceria; Arredo e Tavola. Nuova formula espositiva apprezzata dalle aziende, tanto che questa del 2015 si preannuncia come un’edizione record da “tutto esaurito” e occuperà 14 padiglioni, due in più rispetto all’edizione 2013, con il 13% in più di metri quadrati e una previsione di oltre 1.900 espositori (a oggi sono già 1.748) il 38% dei quali esteri, a sottolineare l’alto tasso di internazionalizzazione.

Per restare nel tema estero - segnale positivo di ripresa economica - in testa alla top 5 dei Paesi più rappresentati, ci sono Germania (+7,69%), Francia (+22,22%), Spagna (+12,7%), Stati Uniti (+22%) spinti anche dalla certificazione di HostMilano da parte del Commercial Service dello US Department of Commerce nella ristretta cerchia di manifestazioni internazionali dove il Paese è presente con uno stand ufficiale e Svizzera (+25%).

“Host2015 è un’opportunità senza confronti per la sostenere la spinta all’internazionalizzazione delle imprese – ha spiegato Corrado Peraboni, amministratore delegato di Fiera Milano Spa –. In particolare per le Pmi che, grazie alle sinergie di sistema, come ad esempio quella con Ice - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, trovano nel salone uno sbocco su mercati mondiali cui difficilmente avrebbero accesso in altri modi. Fiera Milano punta a valorizzare le eccellenze italiane per rafforzarsi quale player fieristico realmente globale e HostMilano, che rappresenta molte filiere dove l’Italia è leader nel mondo, è una delle punte di diamante di questa strategia. A maggior ragione nell’anno di Expo, che sta dando ottimi riscontri anche a livello B2B”.

Concetti che hanno un risvolto importante a livello territoriale per il gran numero di buyer e operatori professionali che arriveranno a Milano. Insomma, come ha ripetuto Peraboni, l’Italia “non si deve rassegnare a inseguire la Germania su lterreno delle grandi manifestazioni fieristiche globali e Milano si deve affermare come hub fieristico in grado di competere con chiunque”.

Sono almeno 135 mila da tutto il mondo i visitatori professionali attesi (di questi oltre 51mila dall’estero) in Fiera che da quest'anno conta anche sul sostegno del ministero dello Sviluppo Economico nell'ambito del "Piano Straordinario per la promozione del Made in Italy e attrazione degli investimenti in Italia", con risorse aggiuntive ai progetti fieristici con particolari potenzialità di crescita sui mercati esteri e ha nell’Ice un partner fondamentale, con l’obiettivo, tra gli altri, di aumentare la presenza di buyer, giornalisti e blogger stranieri.

Il presidente dell’Ice Riccardo Maria Monti ha sottolineato la forza dell’Italia e delle sue filiere nel Food: “Siamo i leader nel settore e il governo punta a far diventare il canale della ristorazione in una piattaforma in grado di fare da traino alle esportazioni di prodotti made in Italy, non solo per quello che riguarda il food ma nel loro complesso. Il nostro potenziale di crescita è elevato, dobbiamo cogliere queste opportunità”. “La nostra partnership con Fiera Milano - ha ricordato - è attiva da diversi decenni e si è progressivamente intensificata e ampliata in linea con l’evoluzione dei mercati e il loro sviluppo”.

In particolare, nel quadro del progetto Export Sud, HostMilano supporterà l’Agenzia Ice in una missione incoming di circa 90 top buyer di aree dinamiche come Scandinavia (Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca), Maghreb (Algeria, Marocco, Tunisia), Europa centro-orientale (Germania, Romania, Slovenia, Croazia, Ungheria), Usa, Australia e Brasile. Profilati da HostMilano, i buyer sono figure con potere decisionale: direttori acquisti, Ceo, general manager. Un’opportunità concreta per trovare nuovi sbocchi all’estero per aziende ad alto potenziale di esportazione, soprattutto Pmi e del Sud, che non dispongono di risorse per un export manager o per politiche di marketing globalizzate.

Oltre 1.500 topo buyer arriveranno da 60 Paesi di tutto il mondo: rappresentano grandi catene, purchasing manager di boutique hotel, hotel di charme, design hotel a 5 e a 7 stelle, con delegazioni da Stati Uniti, Cina, Russia, India. Non solo, in collaborazione con l’Agenzia Ice ci saranno altri 33 top buyer di Australia, Canada, Giappone e Gran Bretagna. Buyer e aziende si incontreranno in appuntamenti prefissati di business mirato direttamente allo stand, grazie a un’agenda che incrocia i profili di domanda e offerta.

Parte anche Bemyhost, programma lanciato da Host grazie al quale Top Blogger internazionali raccontano tendenze, aziende e mercati direttamente dal Paese in cui nascono e sono pubblicati su un web magazine. A ottobre poi, i blogger saranno a Milano per visitare la manifestazione e per un happening internazionale.

Ricco e di qualità anche il networking sulle innovazioni, gli scenari e le tendenze del settore, supportato da un palinsesto di incontri, workshop, seminari, presentazioni di dati e ricerche, dimostrazioni e competizioni organizzati assieme alle più importanti associazioni di categoria di ogni filiera e i più autorevoli analisti e consultant internazionali.

Tornano anche i due prestigiosi Award che HostMilano ha ideato e sviluppato per promuovere innovazione e creatività. HosThinking - A Design Award, che premia i format per l’ospitalità più originali, innovativi e sostenibili, in collaborazione con POLI.design e con il patrocinio di Adi - Associazione italiana per il disegno Industriale e Host Smart Label, lo speciale riconoscimento per i prodotti e servizi a maggior contenuto di innovazione e capaci di rompere gli schemi dei propri segmenti.

Tutto su Host: www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2015