Host, il Salone dell’ospitalità fa il pieno di espositori

È un appuntamento all'insegna dei grandi numeri quello con Host 2011, il Salone internazionale dell'ospitalità professionale in programma dal 21 al 25 ottobre nei padiglioni di Fiera Milano. La manifestazione, infatti, si presenta ai nastri di partenza forte di un boom di espositori italiani ed esteri, di tecnologie sempre più all'avanguardia e di una notevole varietà di anteprime di prodotto. Qualche dato? Le aziende attese sono 1.600, vale a dire un +17% in più rispetto alla precedente edizione del 2009, con 190 «new entry» e una superficie espositiva in crescita del 10%. La presenza estera, in particolare, aumenta del 21% e i Paesi presenti raggiungono quota 43, grazie al debutto di mercati importanti quali Canada, Croazia, Finlandia, Malta, Panama, Russia e Thailandia. Grande attenzione anche sul lato dei potenziali acquirenti, con la presenza confermata di 500 top buyer provenienti da 35 Paesi invitati da Host e altamente profilati, che si aggiungeranno ai 130mila visitatori attesi, di cui 33mila provenienti da 140 Paesi diversi.
Tali risultati sono dovuti anche alla formula della manifestazione, che moltiplica le sinergie riunendo i sei settore del mercato dell'ospitalità professionale in tre grandi macro-areee, organizzate per affinità in un unico momento espositivo: ristorazione professionale e pane, pizza, pasta; bar e macchine da caffè, caffè e gelateria-pasticceria; hotel & spa emotion. In questo modo, Host supporta da un lato le convergenze naturali tra settori vicini e, dall'altro, favorisce la nascita di sinergie inedite, che anticipano i trend di mercato «ibridando» idee e strategie provenienti da comparti diversi. Una formula vincente la cui validità viene confermata, ancora una volta, dai numeri: un mercato già presente nella sua quasi totalità a Host, quello della gelateria-pasticceria, cresce comunque del 7% grazie alla presenza di tutti i player più importanti. Dal canto suo, un settore di nicchia, ma con più ampi margini di crescita, come pane, pizza, pasta, aumenta del 46%, mentre il dato più rilevante è forse costituito dall'incremento del 15% nel comparto della ristorazione professionale, già colonna portante di Host in termini di ampiezza espositiva.
Soffermandosi poi sui valori che ispirano il Salone milanese, cioè cultura dell'ospitalità, internazionalità e sviluppo economico attraverso idee innovative, non si può non notare l'affinità che li lega a quelli di Expo 2015. Tanto è vero che la manifestazione di quest'anno va considera come una tappa di avvicinamento al traguardo dell'esposizione universale, a maggior ragione in considerazione del fatto che, nel 2015, Host si svolgerà proprio all'interno del semestre dell'Expo. E in attesa di questo appuntamento decisivo, appare quanto mai necessario supportare gli operatori 365 giorni all'anno, non solo durante la fiera. Un ruolo che Host svolge attraverso iniziative come Host Click, unico motore di ricerca specializzato del settore, e la newsletter Host, nati per favorire l'aggregazione di una vera propria community professionale dell'ospitalità.