Hostess grasse denunciano la compagnia

«Ci vogliono belle e snelle, ma noi non siamo top model»

da Nuova Delhi

Troppo grasse per volare: undici hostess delle Indian Airlines sono state costrette a restare a terra per aver ecceduto i limiti di peso fissati dalla compagna di bandiera e per questo hanno fatto ricorso alla Corte suprema di Nuova Delhi. In gioco, secondo le Indian Airlines, c'è l'immagine della compagnia, di cui le hostess dovrebbero essere le «ambasciatrici» nel mondo.
Di tutt'altro avviso le hostess sovrappeso, scrive l'Observer di Londra dando notizia della causa che si aprirà la prossima settimana, secondo cui c'è piuttosto in gioco il modello di donna indiana, non più rotonda e abbondante ma vicina agli standard occidentali, «irraggiungibili», di donne magre e asciutte.
«Vogliono delle supermodelle, non delle hostess - denuncia Sheela Joshi, 48 anni, messa a terra per 1,9 chilogrammi in più rispetto al peso forma fissato dalla compagnia a 63 chili - e stanno fissando obiettivi irraggiungibili. In realtà i passeggeri vogliono un servizio attento e sono preoccupati della sicurezza più del look.