Hotel semivuoti: un italiano su due è rimasto a casa

da Roma

Più della metà degli italiani non andrà in vacanza questa estate. Secondo i dati presentati dalla Federalberghi, il 51% infatti non si muoverà da casa, tra giugno e settembre. Per recuperare la stagione, il presidente dell'associazione propone di rendere deducibili le spese sostenute per le ferie. L'indagine, realizzata da Federalberghi e Confturismo, calcola che 23,9 milioni di abitanti non andranno in vacanza: un milione e mezzo in più rispetto all'estate 2006. La metà degli abitanti dunque non ha già trascorso né passerà almeno una notte fuori casa in una località turistica. In partenza per mare o montagna, invece, 22,4 milioni di italiani, in diminuzione del 4,7% rispetto a dodici mesi fa. Dati però contestati da Palazzo Chigi: «Sorprende che Federalberghi abbia deciso di diffondere unilateralmente dei dati parziali sulla situazione del turismo in Italia, proprio a pochi giorni dalla diffusione delle prime rilevazioni del nuovo Osservatorio nazionale del turismo, varato poco più di un mese fa dal Comitato riunitosi con tutti gli operatori e le istituzioni», ha dichiarato il capo del Dipartimento Turismo, Angelo Balducci.