Hp si mette in luce a Wall Street

Dopo due giorni di guadagni la Borsa di New York rallenta il passo, pur viaggiando in territorio positivo. A un’ora dalla chiusura, il Dow Jones saliva dello 0,11%, mentre il Nasdaq cresceva dello 0,41%. Tra le blue chip brilla Hewlett Packard (più 3,83%), dopo le stime sugli utili netti del terzo trimestre fiscale. Male invece Merck (meno 3%), condannata a risarcire 50 milioni di dollari nell’ambito dell’affaire Vioxx. L’Europa riprende quota nel finale dopo una seduta opaca. In luce a Francoforte Volkswagen (più 1,71%) e il gruppo turistico Tui (più 1,78%). Bene anche i telefonici con Siemens (più 0,63%), Sap (più 0,66%) e Deutsche Telekom (più 1,07%) in progresso. A Parigi in calo Eads (meno 1,14%) e Suez (meno 0,07%). A Londra hanno invece perso quota Xstrata (meno 0,96%) e Royal Dutch Shell (meno 0,86%) mentre Bp, dopo una seduta al ribasso per il prezzo del petrolio, ha chiuso positiva (più 0,16%).