Hughes, trovata poesia sulla moglie

I versi che il poeta britannico Ted Hughes compose sul suicidio della moglie, la poetessa americana Sylvia Plath, sono stati ritrovati negli archivi della British Library. La poesia, intitolata L’ultima lettera, è stata pubblicata sulla rivista New Statesman e rievoca l’ultimo incontro della coppia, nel febbraio ’63, due giorni prima che lei si togliesse la vita. I 150 versi ripercorrono il rimorso e il dolore di Hughes per la perdita della moglie. A quanto pare l’autrice della Campana di vetro aveva mandato al marito una lettera, forse l’annuncio della sua decisione, che avrebbe dovuto arrivargli dopo la sua morte, ma lo raggiunse prima perché i due abitavano a North London poco lontano uno dall’altra.