La Hunziker: «Ho rotto con Sconfienza»

da Milano

«Di nuovo sola»: questo l’annuncio a gran voce del giornale tedesco Bild, su Michelle Hunziker. La notizia riguarda la fine della storia tra la showgirl televisiva e Marco Sconfienza, con cui stava da tre anni.
Michelle (salvo smentite) dice sul quotidiano che la rottura è avvenuta in maniera pacifica, «ci siamo accorti che tra noi non c'era più passione e che eravamo come un fratello e una sorella», ha aggiunto. Sconfienza comunque non scomparirà dalla sua vita. «Rimarremo amici, e continueremo a collaborare sul lavoro. Marco è l'uomo più importante che io abbia avuto nella mia vita», ha concluso la Hunziker (che con questo parole non fa certo onore a Ramazzotti). Dichiarazioni che stridono con le ultime interviste di pochi giorni fa fatte a Novella 2000 e Io Donna in cui la show girl confermava il suo grande amore per Marco. In attesa di ulteriori chiarimenti, ricordiamo che Sconfienza si era fidanzato con Michelle un anno dopo la separazione da Eros. I maligni sostenevano che il motivo della separazione riguardasse l’invidia del marito nei confronti della crescente popolarità non solo in Italia ma anche all’estero, della bionda svizzera, mentre il cantante attraversava un periodo negativo. Poi i dissidi hanno assunto un aspetto più preoccupante, quello del plagio, sospetto che la Hunziker smentiva, ma che non tormentava solo i pensieri dell’ex marito. Il cantante sosteneva che la moglie fosse stata sottoposta a un lavaggio del cervello da parte di Giulia Berghella, pranoterapista, nonché madre di Marco Sconfienza, appena passato tra le schiere degli «ex». La donna è conosciuta nell’ambiente dei vip come guida spirituale di molte personalità della televisione. All’epoca anche la madre della bionda showgirl era preoccupata per l’influenza che la Berghella esercitava sulla figlia e, forte del suo aiuto, Ramazzotti aveva fatto il diavolo a quattro per impedire che la figlia passasse troppo tempo con la «maga». Ironia della sorte, Michelle dichiarò che Giulia era il regalo più bello che avesse ricevuto da Eros, dato che gliela aveva presentata lui.
Comunque il tribunale accolse la richiesta di Eros, mentre la Hunziker continuava a smentire le voci di una battaglia legale tra i due ex coniugi: sosteneva che dal giudice tutelare, lei e il marito, si erano recati solo per ristabilire una comunicazione genitoriale. Conclusione: l’affido della piccola Aurora rimaneva alla madre.