Ma la Hunziker sorprende tutti: «Ecco gli scatti, mai comprati»

La soubrette a «Striscia» mostra scene di atteggiamenti affettuosi con Marco Predolin: «Ma non ho ceduto all’estorsione»

da Milano

Sarà che è abituata a essere nel mirino del gossip da anni, sarà che è una ragazza intelligente e ha capito che l’attacco è la miglior difesa. E, soprattutto, sarà che dispone di un palcoscenico potente come quello di «Striscia la notizia». Così ieri sera Michelle Hunziker si è trasformata nell’unica dei tanti vip coinvolti nella bufera del foto-ricatto a prendere di petto la situazione, entrando nel merito delle notizie che rimbalzano dall’inchiesta di Potenza.
In giornata, erano circolate indiscrezioni secondo cui la star televisiva di origine svizzera aveva raccontato agli inquirenti di aver subito il ricatto, e che era stato il marito a pagare per non far uscire sui giornali le foto compromettenti. Michelle, la cui separazione da Eros è stato il tormentone preferito dei rotocalchi per mesi e mesi, nel pomeriggio ha fatto sapere che della questione avrebbe parlato in serata dal tavolo di «Striscia». Un’affermazione che, ovviamente ha creato anche un effetto annuncio destinato a potenziare l’autodifesa mediatica. E davanti alle telecamere Hunziker ha fatto di più che parlare. Con Ezio Greggio a farle da abile spalla, è partita all’attacco: «Mi hanno chiamato un anno fa dei fotografi e mi hanno chiesto dei soldi per delle mie vecchie foto. Io non glieli ho dati. E infatti le foto sono uscite. E ve le facciamo anche vedere». A questo punto sono partite le immagini: una Michelle giovanissima, in spiaggia, che si fa massaggiare da un uomo molto più anziano di lei.
Si tratta del conduttore Marco Predolin, ritratto in atteggiamenti decisamente affettuosi con la poco vestita Michelle. Che ha concluso precisando che quella nelle foto era lei a 17 anni, durante una vacanza alle Maldive, ma senza rispondere alla domanda di Greggio: «Ma chi è, Predolin?». Scandalo svelato, scandalo dimezzato insomma. In serata però da Potenza arrivavano nuove conferme, secondo cui Michelle avrebbe effettivamente raccontato agli inquirenti di un pagamento di «30 milioni o 30.000 euro» da parte dell’ex marito per ritirare dal mercato alcune foto. Resta il dubbio che si tratti di altre immagini, diverse da quelle mostrate in tv. La nota diffusa da Giulia Bongiorno, legale della showgirl, rafforza il concetto ma non chiarisce: «In queste ore stanno circolando notizie su dichiarazioni asseritamente rese da Michelle al Pm di Potenza che non rappresentano fedelmente o comunque in modo completo il pensiero espresso dalla stessa Hunziker». Nella nota, l’avvocato sottolinea che nell’inchiesta Michelle ha la posizione di «persona offesa da reato».
«Striscia» comunque continua a occuparsi del caso. Sempre nella puntata di ieri sera, Valerio Staffelli ha tentato di consegnare un «tapiro d’oro» ad Ana Laura Ribas, altro personaggio tv ascoltato dagli inquirenti, chiedendole se fosse vero che è stata lei a denunciare Lele Mora. La soubrette latino-americana ha rifiutato la statuetta e si è... «attapirata». «Non me lo puoi fare, sono tutta spettinata, brutta... - ha esclamato - te la faccio pagare in modo orrendo. Hai il coraggio di darmelo? Ti do una testata... Io a denunciarlo? No, te lo porti a casa il tapiro, hai sbagliato persona. Non so chi sia stato. Fotografie e ricatti? Non sono mai stata coinvolta anche perché non ho mai avuto un fidanzato del mondo dello spettacolo e non ho mai dato adito a queste cose... sono stata interrogata come testimone informata dei fatti».