I 10 comandamenti per battere Nadal

Dalla sconfitta in Australia Federer è scomparso, mentre lo spagnolo è già in campo a Rotterdam. Le lacrime di Roger hanno lasciato il segno e in molti si sono adoperati per dargli consigli. Ecco quelli di un sito specializzato: basteranno?

Allora: ripartiamo da lì. A quelle lacrime di resa che Roger federer ha improvvisamente rivelato al mondo durante la premiazione deglI Australian Open. Lacrime che per tutti avevano un significato: Re Roger si è reso conto che Nadal per lui è troppo forte. Da quel giorno lo svizzero è scomparso, mentre il numero uno al mondo è già tornato in campo a Rotterdam dove oggi si gioca la finale con Monfils. E nel frattempo grandi ex, tecnici e giornalisti si sono sbizzarriti a cercare un rimedio, a dare consigli, a cercare di consolare l'inconsolabile Federer. E alla fine ecco arrivare i dieci comandamenti compilati dal siti Tennis.com, ovvero come l'ex imperatore del tennis potrebbe ancora farcela a coronare il suo sogno, cioè strappare Parigi al suo amico-nemico. Ecco insomma, chhissà se Federer li prenderà in considerazione: 1. Servi MOLTO bene, cioè tieni dentro molte prime palle. Anche perchè Rafa non gioca spesso risposte vincenti. 2. Servi largo e lungo, per approfittare della distanza con cui risponde Rafa. 3. Varia il servizio. 4. Accorcia gli scambi. Fare lunghi scambi con Rafa è una scelta perdente. 5. Scendi a rete. Spostarlo non serve, lui vince con i piedi, non con la racchetta. 6. Considera il tuo rovescio come se fosse il diritto. Rafa lo cercherà, e la tua unica possibilità è quella di convincerlo che puoi fargli male da quel lato. 7. Gioca piatto e gioca vincenti appena puoi: se non lo saranno, comunque aiuteranno per il colpo successivo. 8. Non desiderare la rob… no, scusate: Entra nel campo e colpisci la palla in anticipo. Ogni volèe deve essere precisa e ben piazzata. 9. Varia i tuoi colpi. 10. Gioca i punti cruciali come se da essi dipendesse la tua stessa vita. Arrivati a questo punto, manca solo una cosa. Amen.