I 13 pensatoi della sinistra in convento

«Tredici centri di ricerca tredici», riuniti in seminario per discutere i temi classici del riformismo made in Italy: la forma di governo e la riforma elettorale. Ieri alla Residenza di Repetta, imponente e silenzioso ex convento barocco nel cuore di Roma, si sono date appuntamento le maggiori associazioni nell’orbita del centrosinistra. In rigoroso ordine alfabetico: Astrid, Crs, Fondazione Basso, Fondazione Italianieuropei, Fondazione Liberal, Glocus, Istituto Sturzo, Libertà e giustizia, Mezzogiorno Europa, Officina 2007, Persona comunità democrazia, Quarta Fase e Socialismo 2000. Obiettivo del documento dei promotori (ben 24 cartelle di testo), rilanciare un largo «accordo tra maggioranza e opposizione» sulle «regole del gioco» della politica italiana. Grande regista del convegno è stato Giuliano Amato, che proprio poche settimane fa aveva annunciato (ancora una volta) il suo addio alla politica e ora è di nuovo in prima linea nella veste di «presidente del comitato scientifico» sia del centro di ricerca Astrid sia della Fondazione dalemiana Italianieuropei.