Tra i 9 arrestati a Taranto due sono figli di poliziotti

Tra i nove ultrà arrestati per i disordini di domenica scorsa allo stadio «Erasmo Iacovone» di Taranto, sono due i figli di poliziotti, che prestano servizio alla questura della città pugliese. Si tratta di Giovanni Straziota, di 23 anni, operaio dell’Ilva, e di Claudio Morabito, di 27 anni. Lo si è appreso ieri nel corso del processo per direttissima che si sta svolgendo al tribunale di Taranto. Il giudice monocratico Patrizia Nigri dovrà decidere preventivamente se convalidare o meno l’arresto in flagranza differita dei nove ultrà tarantini. Gli incidenti allo stadio indussero domenica l’arbitro Tagarelli di Termoli a sospendere la partita Taranto-Massese (campionato di serie C1, girone B). Il giudice sportivo ha punito la squadra pugliese con la sconfitta a tavolino e con quattro gare da giocare a porte chiuse.