I bambini cantano Aladdin

L’esperienza è tutta nuova e andrà in scena questa sera al Teatro della Tosse: 23 ragazzini con un maestro di 23 anni, tutti a ballare cantare e recitare in uno spettacolo che, un nome una certezza, promette di divertire: «Aladdin». Il musical è stato creato in toto da Matteo Addino, 23 anni appunto, genovese, un diploma da operatore turistico e a seguire due anni di studi al Campus di Maurizio Costanzo a Cinecittà. Sarà giovane ma l’esperienza non gli manca, visto che, da ballerino, ha già partecipato a diverse trasmissioni, dal Festivalbar a Unomattiona a Top of the top. Dello spettacolo che andrà in scena questa sera alle 20.30 è il regista, il coreografo e lo sceneggiatore. «Ho impiegato sei mesi ad allestirlo, è stato faticoso ma molto divertente e appagante». Agli allievi fra i 7 e i 13 anni dell’accademia di danza Arti’s insegna danza jazz. Sul palco li porterà per uno spettacolo che, spiega, «è aperto alle scuole che vogliano fare una nuova esperienza, che attraverso il linguaggio non verbale della drammatizzazione recupera, in un percorso emozionale coinvolgente, i valori universali di amicizia, amore e giustizia». Da grande? Naturalmente Addino vorrebbe avere una scuola di danza tutta sua, ma non solo: «Voglio diventare il numero uno in Liguria». I biglietti si trovano ad Arti’s in via Palmaria 5.