I bancari trainano il listino

Il riaffiorare della domanda sui mercati azionari ha creato un clima più sereno a Piazza Affari, con gli indici principali in recupero dell’1,3%, mentre gli scambi si sono mantenuti intorno ai 4,8 miliardi di controvalore. A fare da traino il ritorno di interesse sui titoli bancari; a partire da Carifirenze (più 4,6%) sulla sua possibile aggregazione con Intesa Sanpaolo. La fusione di Banca Lombarda con Bpu ha fatto crescere le rispettive quotazioni di oltre il 2 per cento. Il rialzo nei prezzi del greggio continua a sostenere le quotazioni dei titoli energetici, mentre ritorna il denaro sulle azioni telefoniche. Tra le blue chip Fiat ritorna in prossimità di quota 19 euro (più 1,2%), mentre ne trae beneficio Ifi privilegiate in crescita del 2,3%. Infine le azioni ai margini del listino dove Montefibre vola del 23% e Zucchi del 5,6%. Tra le reclute, Servizi Italia farà il suo esordio all’Expandi il 4 aprile.