I battaglioni dello sceriffo

L’inno nazionale? Ognuno ha il suo preferito nel cuore. Parola del prosindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini, che non riesce a darsi pace per le polemiche scatenate dall’ultima sparata del Senatùr. Il vate del leghismo nella Marca, già prode alpino e strenuo difensore del tricolore, non esita a smentire pubblicamente il suo segretario: «L’inno non è affatto un problema». Di più: «Ognuno in cuor suo canta quello che vuole». Questione di gusti, insomma. Quanto ai propri, lo sceriffo Gentilini non fa mistero della sua antica passione: «Io adoro Battaglioni del Duce». Di seguito un breve estratto, a uso dei più giovani: «Per vincere ci vogliono i Leoni / di Mussolini armati di valor».