I bolidi di lusso tolti ai clan mafiosi saranno riutilizzati

La polizia sui bolidi dei mafiosi. Tra i molti beni che vengono solitamente sequestrati a Cosa nostra e affini ci sono pure le automobili, generalmente nuove di pacca e di grossa cilindrata. Ma allora perché tenerle nei depositi? I primi di ottobre, per esempio, durante un blitz che ha portato alla cattura di diversi elementi di spicco del clan dei casalesi, sono state sequestrate Ferrari, Lamborghini e altre macchine di lusso. Non sarebbe meglio utilizzarle piuttosto che farle ammuffire in un garage? Questa è una delle novità comunicate dal titolare del Viminale Roberto Maroni che ieri ha tirato un bilancio dell’attività di contrasto a mafia, camorra, ’ndrangheta e criminalità pugliese. «In effetti - ha dichiarato soddisfatto assieme al sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano - risultati significativi si sono ottenuti soprattutto sul fronte dell’aggressione ai patrimoni della criminalità organizzata».