I Btp perdono terreno

Il possibile taglio del rating italiano non ha avuto riflessi diretti sui mercati secondari europei dei titoli di Stato. Se il Bund è rimasto ancorato a quota 118,40, tra i Btp le correzioni sono marginali e raggiungono i 10 punti per il trentennale, mentre si è ridotto a 28 punti (da 29) lo spread Bund/Btp. L’attuale momento di incertezza ha «ingessato» anche le aste del Tesoro: mentre ieri è rimasto invariato il rendimento del Btp a 3 anni, per il decennale è sceso dal 4,02 al 3,89%. In aumento quello dei Cct di 10 cent al 3,57 per cento.