I buongustai liguri si lasciano tentare dai «Peccati di gola»

«Lasciatevi tentare dai peccati di gola». È questo l'invito, e il motto, fuoriuscito ieri mattina a Savona dalla presentazione della rassegna enogastronomica monregalese chiamata appunto «Peccati di Gola». Dopo il vernissage dello scorso autunno al Palacrociere, anche per l'edizione 2010 gli organizzatori della manifestazione hanno voluto puntare sulla città della Torretta; un segnale importante che sottolinea lo stretto legame esistente tra le due cittadine. Gli onori di casa anche quest'anno sotto toccati al presidente della provincia savonese Angelo Vaccarezza, il quale ha però deciso di cambiare la location della presentazione, dalla casa della Costa Crociere alla sala del consiglio provinciale «Sandro Pertini». «È un grande piacere, oltre che un onore per tutta la provincia, il fatto che sia stata scelta nuovamente Savona come sede per la presentazione di Peccati di Gola - ha voluto sottolineare Vaccarezza - La provincia di Savona sarà presente alla manifestazione (in programma a Mondovì dal 30 ottobre al 1 novembre, ndr) con stand di prodotti enogastronomici tipici che andranno ad intrecciarsi con quelli della tradizione monregalese». «Oltre che a livello enogastronomico vorrei rimarcare l'importanza di questa manifestazione sotto il profilo politico - ha aggiunto il presidente - dalla presentazione dell'anno scorso, infatti, abbiamo iniziato a tessere un proficuo rapporto tra la province di Savona, Imperia e Cuneo che ha fatto sì che si creasse una collaborazione macroregionale per affrontare problemi di ogni tipo».
Entrando nello specifico della manifestazione enogastronomica che animerà Mondovì dal 30 ottobre al 1 novembre (orario continuato 11-23), si tratterà di un vero e proprio percorso istruttivo e conoscitivo, atto a rendere la gente consapevole di quello che andrà a degustare. Particolarmente interessante sarà il ruolo svolto dai diversi laboratori presenti all'interno di Peccati di Gola: dall'Asti spumante a quelli dedicati alla pasta fresca, alle carni e ai pesci (ovviamente di origine savonese) per finire con il padiglione dedicato esclusivamente al cioccolato.
A spiegare meglio le peculiarità di Peccati di Gola edizione 2010 è intervenuto Gianni Ferrero, assessore del comune di Cuneo ma soprattutto deus ex machina della manifestazione. In conclusione l'assessore piemontese ha voluto rimarcare l'importanza del legame tra la provincia cuneese e quella savonese.