I cacciatori, Gere nei panni del reporter

Il ponte legato alla festa dei lavoratori spalma su ben tre giorni i debutti annunciati dalle case di distribuzione. I cacciatori – The hunting party con Diane Kruger, Terrence Howard e Richard Gere, esce il 30 aprile e racconta la storia di un reporter televisivo (Gere) e del suo inseparabile operatore (Howard) che hanno formato coppia in ogni angolo del mondo. Italiano è Lezione 21 (il 30) nel quale un professore si mette a discutere, durante una lezione, a proposito della Nona sinfonia di Beethoven e del suo debutto.
Mercoledì esce anche lo svedese Racconti da Stoccolma, diretto da Anders Nilsson. Il film propone tre storie nelle quali i protagonisti cercano di affermare i propri diritti, chi in ambito famigliare, chi professionale, chi nella cerchia dei propri amici. Se ne sentivate la mancanza, ecco che il 30 riappare la saga di Saw giunta al suo quarto capitolo. Immancabile è il solito terrificante rompicapo nel quale cade un poliziotto che ha 90 minuti per risolvere gli enigmi. Drammatico è Sopravvivere con i lupi (il 30), pellicola francese ambientata durante la Seconda guerra mondiale, quando la Germania invase il Belgio. Una bambina ebrea riesce a sfuggire alla deportazione perché affidata ad una famiglia di cattolici. Vittima, però, di soprusi, la bimba scappa per raggiungere i suoi genitori. Nella foresta, viene adottata da un branco di lupi che la aiuta a sfamarsi. Sembra un romanza ma è la vera storia di Misha Defonseca.
Giovedì, è il giorno dell’atteso Iron Man con un cast di tutto rispetto composto da Robert Downey Jr., Terrence Howard, Gwyneth Paltrow, Jeff Bridges, Samuel L. Jackson, Hilary Swank. Film fantastico con un geniale inventore che per rimanere in vita escogita un’armatura tecnologicamente avanzata che gli conferisce una forza sovrumana.
Venerdì, invece, esce Senza apparente motivo con Ewan McGregor. Una donna, mentre sta tradendo il marito, perde in un attentato marito e figlio. Ma la versione ufficiale non convince.
Infine, il 2 debutta Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson, nel quale tre fratelli vanno alla ricerca di una tigre albina, convinta che contenga l’anima del loro defunto padre.